Pagine

martedì 24 aprile 2018

Come l'acqua



Virgichic
Photo by Virgichic


Senti l'acqua dentro e non è la ritenzione idrica, nemmeno la testa vuota. È la sostanza che ti rende resiliente, perché come acqua ti adatti al contenitore e ti lasci contenere, ti lasci tingere di colori vivaci e cupi, ma resti te stessa. E poi scorri e lasci andare, ma lasci anche tracce di te. 


Photo by Virgichic

Rendi fertile la terra o righi il viso ma sarà soltanto una delle tanti emozioni che proverai fino ad essere colma e poi col  cuore caldo evapori e al primo freddo dentro, ricadrai al suolo come acqua.... E un nuovo ciclo ricomincia e pensi che se lo condivido creerà affluenti, torrenti tumultuosi ed insieme nel mare finiremo a confidarci desideri e problemi. Raccontare come abbiamo superato tutte le difficoltà , come abbiamo realizzato nuovi progetti di vita e di sviluppo personale, come abbiamo fatto a diventare forti imparando dall acqua che fluisce e non si arresta mai, nemmeno quando ti costruiscono una diga intorno e allora a quel punto diventi energia, potenza, forza della natura e diventi utile per altri esseri viventi, agisci, inondi di buoni esempi una foresta smarrita che sta perdendo il suo verde.



Photo by Virgichic


A quel punto credi che scrivere, postare, parlarne sia la soluzione, che serva davvero a qualcosa, che tu possa liberarti dei sassi sul fondo, liberarti dalla schiavitù del fare per ed invece non serve a nulla. La schiavitù dell essere umano è il non ascoltarsi e rispettare i propri tempi. Si è preda di orari, di impegni, di immagini, di aspettative senza dedicare il tempo vero a non far niente, niente conflitti, niente pensieri, svuoto la mente cinque minuti e riparto da me. E continuo a vedere il bicchiere mezzo vuoto, si tratta dello stesso punto di osservazione da mesi, forse anni. È ora di alzarmi e guardare da un altra angolazione come quando devo scattare una foto, scelgo l inquadratura e metto a fuoco e finalmente vedo il riflesso.


Photo by Virgichic



In quel bicchiere c'è acqua e comunque vada sarò a breve fuori da lì rovesciando il modo di pensare e ritrovando la mia natura liquida, libera di scegliere la forma, il sapore, il colore e la stagione per scorrere a valle e poi risalire.
Sei quegli occhi, quella labbra e quel sorriso dalla forma inesistente che nessuno può giudicare perché tu sei i sorrisi che farai, i pianti che sgorgheranno e sarai  nelle braccia che ti conterranno come in una brocca che stringe in vita e poi si apre in una bocca d estate. Sei ul lago fermo che contiene vita, sei il fiume che secca senza amore. Stasera andiamo a letto e innaffiamoci di pensieri positivi.


Photo by Virgichic


A presto 


venerdì 27 gennaio 2017

Ai miei figli

Photo by Virgichic


"Occorre forza per combattere, ma occorre soprattutto coraggio per non combattere".
È da questa citazione che voglio cominciare a raccontarvi questa favola nuova che è la nostra vita.
Siamo protagonisti a volte involontari, delle vicende che insegnano a confrontarci, a crescere e migliorare senza però mai prevaricare l'altro.


Photo by Virgichic


Bimbi miei c'erano una volta i sogni e ci sono ancora oggi che vi aspettano, ma occorre lottare per essi e per il rispetto che meritano. Troverete muri e porte sprangate però con la fantasia e l'intelligenza cercate altrove il modo per superarli, non fermatevi ad osservare l'ostacolo e immaginate cosa vi aspetta oltre. Ogni capitolo che si conclude di questa storia, racchiude in sé un nuovo inizio, nuove avventure.  Cercate vie parallele e imparate a chiedere aiuto, non siate mai arroganti e schiavi dei vostri limiti.

Photo by Virgichic


Partite da voi stessi, è dentro di voi la scala per superare i muri, e la chiave dell'onestà e del rispetto per aprire tutte le porte.
Fermatevi a giocare, a ridere, a non perdere la genuinità. Sedetevi e aspettate che l'onda torni a riva per dare le risposte....sapete il mare in tempesta restituisce tutto, anche la quiete e la bonaccia.
Bisogna comprendere i tempi giusti per vivere le  cose, per scoprirle e sperimentare.



Photo by Virgichic


Ogni favola mette nei vostri cuoricini il seme della felicità per non temere draghi, streghe e prove da superare.
Quindi figli miei assoporiamo le stagioni insieme, leggiamo e ascoltiamo nuove storie e sorprendiamoci con l'amore ogni singolo giorno.

giovedì 25 agosto 2016

Finalmente la luce

Photo by Virgichic


Dicono che il fotografo è spesso un bugiardo, una sorta di manipolatore dei tuoi occhi, delle tue emozioni, poiché cattura in un'immagine il suo punto di osservazione, uno spigolo di mondo, il suo pensiero forzatamente esposto a coloro che osservano e ne rimangono colpiti, scioccamente illusi da quella realtà.
Benché le parole abbiano bisogno di enfasi o di durezza, ovvero di disarmante quotidianità per toccare la mente di chi legge e, stimolarne una riflessione, colui che scrive è ugualmente un mentitore.

Photo by Virgichic


Ho scritto anche di profondi disagi e fotografato la memoria di un cuore deluso e in continuo combattimento, sottoponendo ai lettori uno stato d'animo che descriveva una verità personale.
Ho raccontato sensazioni, emozioni in calde giornate, e di fredde solitudini con il bianco e nero dell'inchiostro sulla carta, e della luce con le ombre nella foto.
A margine delle immagini ci ho messo le parole paludose della mia mente e l'aria ferma e stantia di chi mi era accanto. Voi, pazienti e curiosi lettori e osservatori dei buchi dell'anima, avete creduto alla più bella delle poesie.



Photo by Virgichic


Invece no! Mi sono sentita libera dai margini del foglio e dagli schemi tecnici della società solo quando il coraggio, la forza di volontà e l'agire hanno fatto correre la penna sulla polvere delle situazioni comode, lontano dal dolore, sicuro rifugio dell'anima. Quando ho finalmente chiamato per nome tutti gli scheletri nell'armadio poi, li ho buttati giù come birilli d'ossa.
La consapevolezza profonda di sé fa dire la verità su chi siamo realmente, ciò che desideriamo e cosa fare per ottenerlo. S'aprono finestre, spazi infiniti nella testa e passa luce che filtra attraverso il canyon di un cuore spaccato perché una cosa è certa: è altrettanto doloroso lasciare andare ciò che non è destinato a te.



Photo by Virgichic

La verità è che quando il cuore comincia a chiedere di mettersi in salvo, l'universo risponde. Attrae il meglio dell'umanità, degli eventi, del lavoro, delle opportunità.
Menzogna è negare che l'amore può essere definito con 100 bellissimi sostantivi, ma mai sinonimo di egoismo. L'amore prende mille forme, ama senza chiedere, sa tacere e attendere se necessario, invece menzogna è credere il contrario cioè che solo un modo sia assoluto e giusto. L'amore non è mai sinonimo di assenza di rispetto.
Scrivere che amare se stessi è decidere di rispettarsi, di ascoltare le proprie necessità e non ciò che si aspettano gli altri da te. È lasciare che come una eco tutto questo amore per la vita ritorni a te, allora questo è dire la verità.